Il Carnevale potrebbe prendere una brutta piega a causa delle ciglia finte

5 febbraio 2018 In News e congressi

Le ciglia finte sono un ornamento molto utilizzato a Carnevale, spesso obbligatorio per rendere la propria maschera assolutamente spettacolare, essendo però qualcosa da applicare molto vicino ad un organo estremamente delicato e sensibile come l’occhio, qualcosa può andare sempre storto.

Uno studio del 2014 ha riportato il caso di una donna sudcoreana di 49 anni che 3 giorni dopo aver indossato delle ciglia finte, si è presentata in ospedale con un eritema, delle vescicole e un gonfiore delle palpebre. Ad un esame più approfondito i medici hanno rilevato anche un’infiammazione e chemosi congiuntivale. Dopo numerosi approfondimenti gli specialisti sono giunti ad una diagnosi finale di dermatite bilaterale da contatto per le palpebre e di congiuntivite tossica per l’occhio. Fortunatamente la paziente è stata trattata immediatamente con farmaci steroidei ed antistaminici ed ha recuperato del tutto la salute di entrambi gli occhi.

Il principale colpevole di questo caso è stato individuato negli acrilati contenuti nella colla utilizzata come adesivo per le ciglia finte, che può scatenare forti dermatiti da contatto e varie reazioni infiammatorie nella zona interessata. Un tipo di sostanza che non dovrebbe assolutamente finire a contatto con gli occhi, ma che ciò nonostante era contenuta in un prodotto adesivo apposito per ciglia finte. Prodotto che può essere tutt’oggi acquistabile su Amazon.

Quando preparerete la vostra maschera per martedì grasso, prestate molta attenzione a ciò che state acquistando. Puntate sempre sull’alta qualità e non andate mai a risparmio quando si tratta di prodotti da applicare sull’occhio o intorno ad esso. Mantenete sempre un’attenzione alle norme igieniche e non improvvisate con l’applicazione del makeup: i materiali e il metodo possono far la differenza tra una bellissima maschera e un carnevale da incubo.


Fonte