Trabeculectomia

Descrizione

La trabeculectomia è una tecnica chirurgica classica, convalidata da molti anni di esperienza su innumerevoli pazienti. Viene utilizzata nei casi in cui i farmaci o altre chirurgie più semplici non siano più in grado di controllare l’innalzamento della pressione intraoculare e comincino a manifestarsi danni a carico del nervo ottico.
L’intervento consiste nell’asportazione di una piccola porzione del trabecolato, il tessuto poroso adibito al drenaggio dei liquidi nell’occhio, che risulta ostruito a causa della malattia. La chirurgia crea un canale di sfogo che consente all’umore acqueo di fuoriuscire, diffondendosi sotto la congiuntiva e riportando la pressione intraoculare a livelli normali. Il buon funzionamento del nuovo sistema di drenaggio sarà visibile nella formazione di un piccolo rigonfiamento del tessuto appena sotto la congiuntiva.
La trabeculectomia viene praticata in anestesia topica mediante l’instillazione di gocce anestetiche e l’infiltrazione sottocongiuntivale di piccolissime quantità di anestetico locale. La durata è di circa 30-45 minuti, durante i quali il paziente non avverte dolore.
Nei primi giorni dopo l’intervento si farà attenzione a proteggere l’occhio dai traumi, ad evitare sforzi fisici e ad eseguire correttamente la terapia prescritta dall’oculista.

  • Categorie:Chirurgia, Chirurgia del glaucoma

Correlati